Santa Epifania di Luce

 

Signore Gesù, noi vogliamo ringraziarti

anzitutto per una scheggia di luce

precipitata nella Gaudium et Spes

e incuneatasi nel numero 22:

«Con l’incarnazione,

il Figlio di Dio si è unito in certo modo

a ogni uomo ».

Dunque la natura umana,

non l’hai unita a te per simboli.

La nostra storia,

non l'hai condivisa assumendola

per categorie complessive.

Con le vicende terrene

non ti sei rapportato sfiorandole appena

Col battito generico delle tue palpebre.

Tu sei unito a me, a Paolo, a Deborah,

a Sandro distrutto dall'Aids,

a Marina consumata dal vizio,

all'aborigeno della Terra del fuoco

genuflesso dinanzi ai suoi totem tribali,

all'eschimese nato stanotte

in un igloo della Groenlandia,

al vecchio Mohamed,

un tempo beduino per i deserti del Magreb

e ora nomade per le solitudini allucinanti

delle nostre arterie metropolitane.

I nostri corpi e i nostri spiriti sono divenuti così

La prima cultura concreta dove tu ti sei nascosto

Per farti assimilare da noi

e per farci assorbire da te […].

Ma vogliamo ringraziarti anche perché,

come dicono i primi Concili della Chiesa,

la natura umana è stata assunta da te,

senza per questo essere annientata.

«Theothèisa ouk anerethe».

L'hai edificata, ma senza distruggerla.

L'hai innalzata, ma senza violentarla.

L'hai amata perdutamente,

ma senza soffocarla negli abbracci.

Sei davvero un Signore impareggiabile,

e noi non sappiamo se è più giusto

piangere di commozione

per essere stati elevati alla dignità di figli di Dio

o urlare di fierezza perché perfino Dio

non ha osato manipolare

i connotati della nostra carta d'identità […].

                                                          

                                                           Tonino Bello

(Parole d'Amore, La Meridiana, Molfetta [Bari] 1993, 49ss.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Volgiti a me Signore

Nuovo percorso sulla preghiera.

Venerdì 28 settembre

alle 21

La preghiera di benedizione

leggi di più

          leggi di più...

La vita dei Santi Carmelitani:

 Santa Teresa di Gesù

Idea regalo del mese